Latte vaccino: cose da sapere, proprietà e caratteristiche

Latte vaccino quali sono le sue qualità

Obiettivo di quest’articolo è scoprire le caratteristiche e le qualità del latte vaccino. Il latte è uno degli elementi che è alla base della nostra alimentazione, usato come latte liquido, trasformato dall’industria casearia o usato da quella dolciaria.

Il latte alimentare è il prodotto ottenuto dalla mungitura regolare e completa da animali in buono stato di salute.

Nella definizione di latte alimentare c’e anche il latte vaccino il più conveniente e il più abbondante.

Caratteristiche nutrizionali del latte vaccino

Le caratteristiche nutrizionali del latte vaccino sono la sua composizione in termini di sostanze nutritive. Il latte proviene dalle vacche e quindi viene mescolato avente le seguenti caratteristiche:

  • acqua costituisce l’87,5% del latte vaccino
  • proteine rappresentano il 3,5%
  • lipidi mediamente sono il 3,5%
  • zuccheri, in particolare il lattosio, costituiscono circa il 5% del contenuto
  • sali minerali costituiscono il rimanente 1% circa e sono prevalentemente calcio

Il contenuto in lipidi può variare, e in base alla sua percentuale abbiamo il latte intero .

Le scremature (parzialmente scremato, scremato) sono tecniche industriali che vengono applicate dopo la mungitura per ridurre i grassi.

Potrebbero interessarti i nostri articoli svezzamento 4 mesi; semi di chia in gravidanza

Il latte vaccino: utilizzi

Il latte può essere destinato a vari ambiti, che vanno ben oltre il normale latte fresco in bottiglia.

  • consumo crudo
  • pastorizzazione e imbottigliamento
  • scrematura, 
  • caseificazione,
  • fermentazione per la produzione di yogurt
  • usi cosmetici.

Da sottolineare che è sempre più diffuso nel nostro Paese il latte straniero a causa di politiche che hanno svantaggiato un settore di eccellenza italiano

Latte vaccino intolleranze e allergie

Chi è intollerante al latte vaccino, significa che non può digerirlo, e non può digerire tutti i prodotti derivati, come i formaggi; ad oggi, sul mercato esistono “prodotti senza lattosio” .

L’intolleranza è una condizione che deve essere verificata da un medico tramite appositi test .

L’allergia, invece, è più rara e più pericolosa dell’intolleranza.

L’allergia al latte è legata alle sue proteine.

Un allergico al latte deve evitare il latte in tutte le sue forme.

Related Posts

Comments

Rimani connesso

22,046FansMi piace
2,986FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

storie recenti